ESPOSIZIONI & MOSTRE
ESPOSIZIONI & MOSTRE
ESPOSIZIONI & MOSTRE
ESPOSIZIONI & MOSTRE
ESPOSIZIONI & MOSTRE

ESPOSIZIONI & MOSTRE

  • SISTEMA DIFENSIVO
    Il complesso sistema difensivo edificato a inizio Novecento sul litorale di Cavallino per proteggere Venezia dagli attacchi delle navi nemiche era costituito da 4 batterie costiere, 3 caserme, 2 polveriere e numerose torri telemetriche alte fino a sette piani. Queste, equipaggiate con sofisticate strumentazioni poste alla loro sommità, fornivano agli artiglieri le coordinate di tiro. L’ottocentesco forte Treporti con il suo porticciolo militare, integrava la struttura difensiva litoranea.

  • SCHEGGE
    Un percorso fatto di reperti e immagini che, partendo dal ricordo dell’attentato di Sarajevo del 28 giugno 1914, vi farà scoprire le armi più letali della Grande Guerra: granate e shrapnel di pezzi d’artiglieria di vario calibro, gas tossici e lanciafiamme, fucili e mitragliatrici. Inoltre, numerosi cimeli originali testimoniano la vita dei combattenti nelle trincee: il filo spinato, i passatempi dei soldati tra una battaglia e l’altra, il loro equipaggiamento e qualche curiosità su modi di dire e superstizioni ancora attuali che nacquero nel contesto della Prima Guerra Mondiale.
    Anche a Cavallino Treporti, come in altre zone di guerra, si utilizzò la Decauville, una ferrovia a scartamento ridotto di invenzione francese di metà Ottocento; i carrelli, generalmente a trazione animale, servirono per il trasporto di oggetti e munizioni, ma anche per lo spostamento di persone.

  • SANITÀ
    Il numero elevato di feriti e il diffondersi di malattie infettive, favorito certamente dalle pessime condizioni igieniche degli ambienti di guerra, rese indispensabile organizzare un sistema di sanità militare. Una collezione che si compone di strumenti chirurgici e apparecchi medici per l’assistenza sanitaria. A questi si aggiungono le cartelle cliniche del manicomio di San Servolo di Venezia che testimoniano il dramma delle malattie psichiche come conseguenza dei continui bombardamenti.
  • UOMINI IN MARE
    Questa mostra ricorda le gesta dei marinai che combatterono nel settore dell’Alto Adriatico durante la Prima Guerra Mondiale. Una storia raccontata attraverso alcuni avvenimenti strettamente legati a Venezia e al territorio costiero e lagunare di Cavallino Treporti. Lo sviluppo, promosso dall’Ammiraglio Paolo Thaon di Revel, dei MAS – imbarcazioni d’assalto piccole e veloci armate con cannoni, mitragliatrici e lanciasiluri – rese possibile la realizzazione di imprese memorabili che portarono all’affondamento di grandi unità navali nemiche.
    L’Arsenale di Venezia, grazie alle maestranze degli artigiani veneziani, fu sede della prima base di aviazione di Marina italiana: poi, con l’ampliamento della flotta di idrovolanti, fu creata una seconda base sull’isola delle Vignole, dietro al forte di Sant’Andrea e, successivamente, un distaccamento fu istituito a Punta Sabbioni.
    Il cuore centrale dell’esposizione è rappresentato dalla collezione di uniformi, distintivi e accessori, cimeli originali dell’epoca, appartenuti ai marinai delle varie nazioni che qui si confrontarono, non soltanto per mare, ma anche per terra e in cielo.
  • SEZIONE MULTIMEDIALE
    Una nuovissima area multimediale dove la tecnologia si mette al servizio della storia per coinvolgere i visitatori più giovani attraverso la realtà virtuale con approfondimenti sulla Grande Guerra e sulle fortificazioni di Cavallino Treporti.
    In questa sezione sono presenti alcuni fumetti del WOW Spazio Fumetto, Museo del fumetto di Milano, Fondazione Franco Fossati.
    L’area propone contenuti sviluppati nell’ambito del Progetto Interreg Italia-Slovenia WALKofPEACE.
  • RESTAURO
    Ripercorre le tappe del progetto di recupero e valorizzazione con le foto e gli interventi fino all’apertura al pubblico come museo della Grande Guerra nell’estate 2017. Il restauro è stato possibile grazie ai fondi stanziati da Regione Veneto in occasione del centenario della Grande Guerra con l’obiettivo di promuovere la tutela e la conservazione del patrimonio storico-culturale legato al primo conflitto mondiale.
  • ARTÌ E IL TESORO DELLA BATTERIA
    Un percorso pensato per i bambini che assieme al draghetto Artì potranno intraprendere una missione alla ricerca degli equipaggiamenti dei soldati. Una delle tappe è arricchita con contenuti multimediali e interattivi che uniscono il gioco alla crescita culturale.
  • MOSTRA TEMPORANEA “RINO FERRO”
    Spazio dedicato agli strumenti di lavoro e agli oggetti legati alla difesa bellica del territorio di Cavallino Treporti: “leverini”, carri, pezzi di cannoni, tagliole antiuomo e bossoli cesellati, il tutto rigorosamente in ferro.